Home Attualità

No ai cosmetici testati sugli animali

CONDIVIDI

Una petizione che ne impedisce la sperimentazioni su cani e gatti

Nei giorni scorsi ha preso il via la nuova campagna, a livello europeo, per mettere la parola fine ad ogni tipo di test che coinvolga gli animali nella sperimentazione di prodotti cosmetici. La petizione è stata fortemente voluta dalla Lav e dalla Eceae, che raccoglie tutte le maggiori associazioni animaliste in Europa.

Nel 2003 l’Unione Europea aveva deciso che nel 2013 sarebbe dovuto entrare in vigore il divieto assoluto di testare e commercializzare materie prime cosmetiche sperimentate sugli animali.

Ora, però, sembra che la Commissione e il Parlamento europeo si stiano orientando verso un più che probabile slittamento di questa data. Perchè?

Ormai è assodato che i test sugli animali, oltre a essere crudeli ed eticamente inaccettabili, non offrono garanzie di sicurezza e dunque sono del tutto inutili. Inoltre, le industrie del settore possono contare su oltre 200 mila materie prime dalle quali poter realizzare qualsiasi cosmetico.

La petizione, dunque, deve impedire di rendere ciechi cani e gatti, se non morti, in nome di una vanità che alimenta un mercato lucroso quanto indecente.