Home Attualità

Materie prime con il sangue dell’Africa povera

CONDIVIDI

La produzione di smartphone richiede l’impiego di materiali presenti solo in Africa

Fonti come le Nazioni Unite e Global Witness confermano che nel Congo le milizie e l’esercito detengono il controllo di numerose miniere da cui vengono estratte gran parte delle materie prime indispensabili nella produzione degli smartphone.

Il controllo è spesso esercitato con la violenza, stupri di massa, omicidi, lavoro forzato e arruolamento di bambini per la guerriglia. Attraverso intermediari, molte compagnie straniere acquistano materiali direttamente dai guerriglieri e militari, finanziando quindi indirettamente questo sfruttamento.