Home Attualità - Tutte le news in tempo reale Giappone: la mattanza delle balene e Wikileaks

Giappone: la mattanza delle balene e Wikileaks

CONDIVIDI

Secondo Wikileaks c’era un accordo tra Australia e Giappone

La mattanza delle balene che ogni anno i giapponesi portano avanti non è notizia recente. Proprio ieri alcuni attivisti di Sea Shepherd avevano arpionato con dei cavi di acciaio le eliche delle navi della morte giapponesi e lanciato bombe maleodoranti a bordo, nel disperato tentativo di fermare la mattanza.

La notizia la fa, ancora una volta, Wikileaks. E’ noto, infatti, che l’Australia è assolutamente contro la caccia alle balene, ma secondo alcuni cablogrammi informatici americani, tra il Nuovo continente e il Giappone c’era un accordo segreto. Camberra avrebbe infatti accettato un compromesso che avrebbe consentito al Giappone di continuare la caccia purche’ riducesse di 5.000 il numero di balene uccise in 10 anni ed escludesse le specie piu’ grandi come le megattere e le balene azzurre.

Tutto ciò purche’ venisse chiusa la scappatoia del trattato baleniero internazionale che permette la cosiddetta caccia a fini di ricerca. L’accordo aveva il sostegno della Nuova Zelanda e degli Usa, in vista della riunione della Commissione baleniera internazionale a meta’ dello scorso anno.

Pettegolezzi, verità e smentite a parte, a farne le spese sono ancora i più misteriosi e splendidi cetacei del mondo.