Milano, morto tassista aggredito per un cane

Morto dopo essere stato in coma per un mese

Luca Massari, il taxista di Milano picchiato un mese fa per avere investito e ucciso un cane, è morto stamani. Lo hanno riferito all’ANSA fonti sanitarie. Il taxista non era mai uscito dal coma.

Luca Massari è morto nel reparto di rianimazione dell’ospedale Fatebenefratelli di Milano dove era ricoverato. Fino all’altro giorno era attaccato a una macchina che lo aiutava a respirare. Due giorni fa era stato trasferito nel reparto di neurochirugia perché aveva iniziato a respirare autonomamente ma non era stato registrato alcun miglioramento.

Il padre: “E’ successo alle undici e mezza. Stavamo salendo e il medico ha allargato le braccia”

Dopo la morte, il pm di Milano Tiziana Siciliano ha modificato l’imputazione per i tre aggressori in omicidio volontario aggravato dalla crudeltà e dai futili motivi.