Home Antipasti

Carciofi alla romana

CONDIVIDI

Un antipasto tipico della cucina laziale   

Difficoltà: facile  

Tempo: 1 ora e poco piu’  

Ingredienti:   

2 carciofi romaneschi (mammole) a testa, 

 

un ciuffo di mentuccia,  

un ciuffo di prezzemolo,  

uno spicchio d’aglio (facoltativo),  

olio extra vergine d’oliva,  

sale,  

1 limone  

Preparazione:  

Togliete le foglie esterne più dure dei carciofi, girando sempre il carciofo fino ad arrivare alle foglie più tenere e accorciate anche i gambi (potete surgelarli, vi serviranno per fare un ottimo risotto) lasciandone più o meno tre dita.   

Puliteli con un cucchiaino in modo da togliere l’eventuale barba, creando un piccolo spazio, infine strofinateli con il succo di limone in modo che non anneriscano.   

Riempiteli con un trito di mentuccia, prezzemolo e aglio e disponeteli capovolti ben stretti l’uno all’altro in un tegame di terracotta dai bordi alti.   

Salateli e mettete dell’olio fino ad arrivare quasi alla metà dei carciofi, aggiungendo poi dell’ acqua fino a coprirli interamente.   

Incoperchiate il tegame e infornate a non più di 160° per circa un’ora.  

I carciofi sono pronti quando infilzandoli con uno stuzzicadenti, si sentiranno teneri. Scolateli e serviteli subito. Sono anche ottimi serviti a temperatura ambiente.