Home Matrimonio - Idee, consigli, abiti e location Petalo dopo petalo, allestiamo il nostro matrimonio

Petalo dopo petalo, allestiamo il nostro matrimonio

CONDIVIDI

Il matrimonio. L’importanza e il significato dei fiori scelti per il nostro giorno più importante

Da sempre i fiori sono il simbolo dell’amore, ogni loro aspetto, dal colore e forma fino al profumo, comunicano sentimenti ed emozioni, per questo vengono scelti come testimoni fedeli dei momenti speciali e soprattutto nel giorno del fatidico “si”, diventano i protagonisti indiscussi.

In questo giorno i fiori hanno il compito di accompagnare gli sposi in tutti i loro momenti “clou”, nella macchina, in chiesa, al ricevimento e ovviamente hanno un posto assicurato tra le mani della sposa e sul “cuore” dello sposo, donando un tocco di freschezza e calore ad una giornata davvero speciale.

La scelta dei fiori deve seguire il gusto personale degli sposi, però ci sono delle regole e dei consigli da tenere ben presente e noi di chedonna, insieme ai pareri dei migliori fioristi, vi aiuteremo in questa decisione.

Per prima cosa dobbiamo basarci su alcuni aspetti importanti: il tipo di cerimonia e di chiesa, la location scelta per il ricevimento, l’abito della sposa e ovviamente il periodo in cui si svolge il matrimonio, dal momento che molti fiori si trovano solo in determinati mesi dell’anno, come il tulipano, simbolo di onestà e amore perfetto, la cui bellezza potrà essere ammirata solo da ottobre a maggio.

 

 Oggi parleremo in particolare del bouquet, che accompagnerà la sposa fino al momento del fatidico lancio. 

 

Donato dallo sposo alla futura consorte, è il simbolo dell’inizio di una nuova vita insieme. I fiori più consigliati da utilizzare possono essere:

 

Le roselline o rose grandi, simbolo dell’amore e della dolcezza,

I gelsomini, simbolo della purezza,

I classici fiori d’arancio emblema del matrimonio e della fertilità,

Il mughetto, simbolo di semplicità nonostante sia un fiore molto costoso, poiché difficile da trovare e da coltivare.

Si possono utilizzare anche le calle, simbolo di eleganza e raffinatezza

I tulipani piccoli, simbolo dell’onestà, ma per quest’ultimo fiore dovete scegliere una data tra maggio e ottobre.

Un fiore molto bello ma raro (si trova solo da aprile a maggio vista la sua fioritura) è la peonia con il suo profumo inebrierà il vostro giorno.

Se sperate in un matrimonio duraturo non utilizzate le orchidee…portano malissimo!

 

Ovviamente i fiori devono essere abbracciati dal verde decorativo come le foglie della felce, dell’eucalipto, di potus, dell’aspidistra e del bergras che essendo foglie grandi e lunghe possono guarnire in modo molto originale il bouquet e poi come ottimo porta fortuna aggiungiamo qualche foglia di edera e un ramoscello di rosmarino!

 

La scelta dei colori dei fiori deve basarsi sul colore e sul tipo di abito della sposa, è consigliato quindi utilizzare colori tenui e delicati come il bianco, il rosa e l’avorio che oltre ad essere il simbolo della gioia e della fedeltà si armonizzano con il vestito. Non sono indicati colori come il giallo, simbolo dell’invidia e il rosso poiché contrasterebbe troppo con la “purezza” del bianco.

Per la forma fidatevi della creatività e della bravura del fiorista, basandosi sempre sul vestito, se la sposa ha un abito corto o semplice è indicato un bouquet piccolo e tondo, se invece l’abito è sfarzoso o con uno strascico importante è più indicato un bouquet ricadente detto anche a “cascata” o a fascio.

Avete solamente l’imbarazzo della scelta…anche se poi purtroppo lo dovrete “lanciare”!